Riduzione orario lavoro

 In Risorse Umane

L’accordo Governo-Parti sociali del 1983 ha riconosciuto il diritto dei lavoratori ad una riduzione dell’orario di lavoro su base annua al fine di realizzare regimi di orario di lavoro più corrispondenti alle esigenze produttive e garantire al lavoratore una maggiore flessibilità degli orari aziendali.

Cosa sono i ROL ?

La riduzione dell’orario di lavoro è stata recepita nei contratti collettivi e, benché l’accordo Governo-Parti sociali del 1983 prevedesse una riduzione di 40 ore su base annua, si riscontrano anche contratti collettivi che hanno previsto riduzioni superiori.

La riduzione dell’orario di lavoro è stabilita dalla contrattazione collettiva che, a sua volta, affida generalmente alla contrattazione aziendale la disciplina dell’utilizzazione della suddetta riduzione che può essere fruita:

– individualmente, in tal caso le ore di riduzione vengono considerate come monte ore di permessi retribuiti da godere anche a gruppi di quattro o otto ore ciascuno, previa richiesta del singolo lavoratore;

– collettivamente, in tal caso si ha una riduzione dell’orario giornaliero o settimanale per tutti i lavoratori.

Esempi di ROL

CCNL Commercio

56 ore annue per le aziende fino a 15 dipendenti;
72 ore annue per le aziende con più di 15 dipendenti.

I permessi non fruiti entro l’anno di maturazione decadranno e saranno pagati con la retribuzione in atto al momento della scadenza, oppure potranno essere fruiti in epoca successiva e comunque non oltre il 30.6 dell’anno successivo. Indipendentemente dai regimi di orario adottati in azienda, per tutti i lavoratori assunti successivamente al 26.2.2011, le suddette ore di permesso verranno riconosciute in misura pari al 50% decorsi 2 anni dall’assunzione e in misura pari al 100% decorsi 4 anni dall’assunzione

CCNL Metalmecanici

13 permessi annui retribuiti di 8 ore (pari a complessive 104 ore, di cui 72 ore precedentemente riconosciute a titolo di riduzione d’orario e 32 ore in sostituzione delle festività abolite). Per tutti i lavoratori addetti al settore siderurgico, sono invece previsti, sempre in ragione di anno di servizio o frazione di esso, 15,5 permessi annui retribuiti di 8 ore, pari a complessive 124 ore di cui 92 ore precedentemente riconosciute a titolo di riduzione d’orario e di armonizzazione della 39° ora e 32 ore in sostituzione delle festività abolite.

Per i lavoratori che prestano la propria opera in sistemi di turnazione di 15 o più turni settimanali comprendendo il turno notturno e/o quelli di sabato e domenica, è inoltre riconosciuto, a decorrere dall’ 1.1.2002 (dall ‘ 1.1.2000 per gli addetti al settore siderurgico), un permesso annuo retribuito di 8 ore.

Specializzati in Gestione del Personale con i corsi e master Intrapresa in :

>> “Paghe e Contributi

>> “Selezione e Amministrazione del Personale

>> “Gestione delle Risorse umane”

>> “Amministrazione del Personale e Diritto del lavoro”

Post recenti
Domande ?

Scrivi la Tua richiesta e la Tua email e Ti risponderemo rapidamente .

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e accetti la nostra Policy privacy, che puoi sempre consultare su http://www.intrapresagroup.it/privacy-e-cookie-policy/ maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e accetti la nostra Policy privacy, che puoi sempre consultare su http://www.intrapresagroup.it/privacy-e-cookie-policy/

Chiudi