Assegni familiari :nuovi adempimenti per i l datore di lavoro

 In Risorse Umane

Con la circolare n. 45 del 22 marzo 2019 l’INPS ha comunicato che dal 1° aprile 2019 sono cambiate le modalità di presentazione delle domande di assegno al nucleo familiare e vengono introdotti nuovi adempimenti per i datori di lavoro.

Pertanto, a decorrere dal 1° aprile 2019 le domande di assegno al nucleo familiare dei lavoratori dipendenti di aziende del settore privato non agricolo non possono essere più presentate al datore di lavoro, ma devono essere presentate esclusivamente all’INPS in modalità telematica.

E’ l’INPS quindi a definire il diritto e la misura della prestazione individuando gli importi giornalieri e mensili teoricamente spettanti sulla base delle caratteristiche del nucleo familiare del richiedente e del reddito conseguito dallo stesso.

I canali per la presentazione della domanda di ANF diventano quindi esclusivamente i seguenti:

WEB, se in possesso di PIN dispositivo, di una identità SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) almeno di Livello 2 o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Il servizio è disponibile dal 1° aprile 2019;
patronati e intermediari dell’Istituto.
NOTA BENE
Le domanda di ANF da parte di lavoratori agricoli a tempo indeterminato (OTI) continua ad essere presentata al datore di lavoro con il Modello ANF/DIP cartaceo.
Autorizzazione agli assegni

Le nuove modalità di presentazione della domanda non fanno venir meno, nei casi previsti, l’obbligo di presentazione della domanda di autorizzazione tramite procedura telematica “Autorizzazione ANF”.

Dal 1° aprile 2019 però, in caso di accoglimento, il cittadino non riceve più il provvedimento di autorizzazione, ma l’Istituto procede direttamente all’istruttoria della domanda.

In caso di reiezione il cittadino continua invece a ricevere il relativo provvedimento (Modello ANF58).

Gli adempimenti del datore di lavoro o dei suoi intermediari sono quindi i seguenti :

  • prendere visione nell’apposita applicazione messa a disposizione dall’Istituto nel Cassetto Previdenziale Aziende degli importi calcolati dall’Istituto (operativa dal 1° aprile 2019);
    – calcolare l’importo effettivamente spettante al richiedente nel periodo di riferimento;
    – erogare gli importi della prestazione;
    – provvedere al conguaglio con le denunce mensili Uniemens.

Specializzati in Gestione del Personale con i corsi e master Intrapresa in :

>> “Paghe e Contributi

>> “Selezione e Amministrazione del Personale

>> “Gestione delle Risorse umane”

>> “Amministrazione del Personale e Diritto del lavoro”

Recent Posts
Domande ?

Scrivi la Tua richiesta e la Tua email e Ti risponderemo rapidamente .

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e accetti la nostra Policy privacy, che puoi sempre consultare su http://www.intrapresagroup.it/privacy-e-cookie-policy/ maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e accetti la nostra Policy privacy, che puoi sempre consultare su http://www.intrapresagroup.it/privacy-e-cookie-policy/

Chiudi