Come ammortizzare le immobilizzazioni materiali

 In Amministrazione, Finanza, Controllo

Le immobilizzazioni immateriali sono costituite da costi che non esauriscono la loro utilità in un solo periodo ma manifestano i beni economici lungo un arco temporale di più esercizi.
Per l’iscrizione in bilancio di un’immobilizzazione immateriale è necessario che occorrerà quindi verificare:
 la durata pluriennale;
 la mancanza di tangibilità;
 l’utilità futura.

 

Come si valutano le le immobilizzazioni immateriali ?

Le immobilizzazioni immateriali devono essere iscritte al costo di acquisto o di produzione e sono ammortizzate “sistematicamente” in relazione alla loro residua possibilità di utilizzazione secondo quanto disposto nell’articolo 2426, comma 1, numero 2 del Codice civile.

Come si ammortizzano le immobilizzazioni immateriali ?

Costi di impianto ed ampliamento
Secondo l’articolo 2426, comma 1, numero 5 del Codice civile i costi di impianto e ampliamento devono essere ammortizzati entro un periodo non superiore a cinque anni.
La rilevazione può avvenire con due distinte modalità: in conto o fuori conto.

Costi di sviluppo
I costi di sviluppo sono ammortizzati secondo la loro vita utile; nei casi eccezionali in cui non è possibile stimarne attendibilmente la vita utile, sono ammortizzati entro un periodo non superiore a cinque anni

Diritti di brevetto
In base all’OIC 24, le somme una tantum erogate per l’acquisizione di brevetti in licenza d’uso sono capitalizzabili. Pertanto, il corrispettivo erogato inizialmente, anche nei casi in cui il pagamento avvenga in maniera dilazionata, ossia mediante canoni periodici, è iscritto tra i beni immateriali ed ammortizzato lungo tutta la durata legale del brevetto.

Marchi
Le somme una tantum erogate per l’ottenimento di un marchio sono capitalizzabili. Pertanto, il corrispettivo erogato inizialmente, anche nei casi in cui il pagamento avvenga in maniera dilazionata, ossia mediante canoni periodici è iscritto tra i beni immateriali e ammortizzato lungo tutto il periodo stimato di utilizzo del marchio.

Avviamento
L’ammortamento dell’avviamento è effettuato secondo la sua vita utile; nei casi eccezionali in cui non è possibile stimarne attendibilmente la vita utile, è ammortizzato entro un periodo non superiore a dieci anni”.

Software
Per quanto riguarda la capitalizzazione dei software occorre fare un importante distinguo tra software di base e software non tutelato.
Il software di base (insieme delle istruzioni indispensabili per il funzionamento dell’elaboratore), essendo strettamente correlato all’hardware, è trattato alla stregua di una componente di un’immobilizzazione materiale e pertanto ammortizzato secondo quanto previsto dall’OIC 16. L’ammortamento del costo del software non tutelato, invece, è effettuato nel prevedibile periodo di utilizzo.

Diritti di concessione e licenze
Le somme una tantum erogate per l’ottenimento di una licenza, di una concessione o altro diritto simile sono capitalizzabili e dovranno essere trattate contabilmente come i marchi.

 

Specializzati in amministrazione aziendale con i corsi e master Intrapresa in :

>> “Contabilità Aziendale

>> “Controllo di Gestione

>> “Contabilità, Bilancio, Controllo”

Recent Posts
Domande ?

Scrivi la Tua richiesta e la Tua email e Ti risponderemo rapidamente .

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e accetti la nostra Policy privacy, che puoi sempre consultare su http://www.intrapresagroup.it/privacy-e-cookie-policy/ maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e accetti la nostra Policy privacy, che puoi sempre consultare su http://www.intrapresagroup.it/privacy-e-cookie-policy/

Chiudi